Calze per recupero venoso linfatico Asti
15589
page,page-id-15589,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-7.8,wpb-js-composer js-comp-ver-4.8.1,vc_responsive
 

Calze per recupero venoso linfatico

Una continua ricerca per trovare nuove soluzione nella terapia per l’insufficienza veno-linfatica e per il trattamento di problemi linfatici, attraverso prodotti innovativi e certificati.

CALZE ELASTICHE a compressione graduata per poter riattivare la circolazione sanguigna. Le calze elastiche possono essere classificate come preventive (o da riposo) e terapeutiche (curative).

Le calze elastiche a compressione graduata risultano essere il dispositivo più efficace e completo per la terapia dell’insufficienza venosa in grado di rallentare l’aggravamento, riducendo sintomi quali: gonfiore, pesantezza dolore.

Le calze si classificano in mmhg  (millimetri di mercurio).

Esempio 70 denari 12 mmhg alla caviglia diminuendo fino alla coscia oppure  140 – 18 mmhg alla caviglia diminuendo fino alla coscia.

Si ha la possibilità di acquistare calze a gambaletto (sotto il ginocchio), calze autoreggenti e non, collant conformati, collant gestante, disponibili in vari colori.

LE CALZE TERAPEUTICHE (curative) sono dispositivi medici che devono essere prescritte dallo specialista e vendute solo presso punti vendita autorizzati. Da noi troverete personale specializzato che spiegherà come si utilizzano, le giuste misure e la manutenzione del prodotto.

Su richiesta del medico, a secondo della patologia, si possono confezionare, in pochi giorni, anche su misura, a trama piatta o circolare e del colore desiderato.

Lo spessore, si suddivide in classi di compressione:

classe 1 di compressione         18/21           mmhg

classe 2 di compressione         23/32            mmhg

classe 3 di compressione         36/46           mmhg

classe 4 di compressione         oltre 50         mmhg

Per indossare queste calze esistono delle sotto-calze antibatteriche, agli ioni d’argento che, oltre ad evitare la proliferazione di batteri, aiutano le scivolamento delle stesse. Inoltre esistono diversi tipi di infila-calze.

Le calze vanno indossate al mattino, con guanti di gomma per non rovinare il tessuto,  tolte alla sera e messe tutti i giorni.

Le durata è di 4/6 mesi e vanno sostituite con regolarità per evitare la comparsa di flebiti superficiali, trombosi venose, ulcere.

Consigli per corretta manutenzione: lavare spesso la calza a mano (non danneggia il tessuto) con acqua tiepida e sapone neutro, sciacquare abbondantemente, non strizzare, lasciare asciugare distesa su un piano, possibilmente tra due panni asciutti.